Attività

Il Laboratorio si occupa di promuovere il tema dell’alto potenziale e offre alle/gli insegnanti formazione e supervisione per fornire conoscenze e strategie utili al riconoscimento dei bambini AP e alla gestione dei singoli nel gruppo-classe.
“La scuola educa il talento” è il nome dell’accordo di rete attivato nel 2012, e rappresenta un’occasione di formazione, aggiornamento e affiancamento all’attività dei docenti. Obiettivo del progetto è di innalzare il livello di conoscenza e creare una rete con le altre strutture territoriali e universitarie per costruire percorsi educativi e didattici personalizzati e inclusivi, capaci di accogliere le specificità di ciascuno con un’attenzione allo sviluppo integrale della persona  favorendo lo sviluppo di relazioni interpersonali positive. 
Il progetto si propone di aiutare le/insegnanti (che operano nella scuola dell’infanzia, nella scuola primaria e nelle secondarie di primo e secondo grado) in primo luogo a riconoscere la plusdotazione – per evitare che pregiudizi e falsi miti possano causare sofferenza, incomprensione, a volte anche aggressività da parte dei bambini – e in secondo luogo a fare rete per coltivare modelli di didattica inclusiva.
Accanto a corsi di formazione e aggiornamento di base (e avanzati) ogni anno si propongono Laboratori Esperienziali – “In classe con uno studente ad alto potenziale: progettare e personalizzare gli interventi didattici” – finalizzati alla condivisione di prassi educative utili nella gestione dei peculiari bisogni degli studenti ad Alto Potenziale. Attraverso uno scambio guidato di idee ed esperienze si individuano strategie didattiche e si realizzano materiali per sostenere al meglio, in classe, i bambini ad alto potenziale.
[LabTalento è accreditato dal MIUR per la formazione del personale scolastico ai sensi dell’art. 1, comma 2, dir. n. 90/2003]